Settore Giovanile di Ambri Piotta e Svago/Nails Word

Buongiorno Visitatore se ancora non sei Registrato che aspetti fallo ora e Tifiamo FORZA AMBRI

Ricordati di Presentarti e fatti conoscere aiuta a far crescere questo luogo di Tifosi e Simpatizzanti



Vi aspettiamo Numerosi Gli Admin Mirna e Ale
Settore Giovanile di Ambri Piotta e Svago/Nails Word

Spazio Personale di mio figlio Ale e dedicato agli amanti di Hockey e allo Svago


    Cada: "Il merito è dei giocatori"

    Condividere
    avatar
    Mirna
    Webmaster
    Webmaster

    Femminile
    Numero di messaggi : 311
    Età : 49
    Località : Piotta
    Occupazione/Hobby : Casalinga - Mamma a Tempo Pieno
    Data d'iscrizione : 19.01.09

    Cada: "Il merito è dei giocatori"

    Messaggio Da Mirna il Lun 26 Gen 2009, 10:32

    AMBRÌ - Nei primi minuti del terzo tempo, il suo nome unita­mente a
    quello di Karol Krizan era scandito a gran voce dalla cur­va dei tifosi
    biancoblù e forse non c’è riconoscimento migliore per un lavoro che
    continua a dare ri­sultati positivi. Lui è logicamente Rostislav Cada,
    capacedi ridare un’identità ad una squadra che era ormai allo sbando,
    ma che pur apprezzando il gesto del pub­blico vuole dare ai giocatori
    il me­rito di quanto sta succedendo: «Sentire il mio nome scandito dai
    tifosi – esordisce il tecnico bian­coblù – non può che farmi
    im­mensamente piacere perché si­gnifica che anche il pubblico sta
    apprezzando quanto stiamo fa­cendo, ma il merito principale di questi
    risultati è dei giocatori per­ché in fondo in pista ci vanno lo­ro e in
    qualche modo io dipendo anche da loro. In questa partita – continua
    Cada – ho visto una squadracapacedi giocareinmo­do organizzato sul
    piano difensi­vo e anche molto efficace nello sfruttare le occasioni in
    attacco. È vero che abbiamo faticato ad entrare in partita, ma una
    volta che siamo riusciti a cambiare an­che il ritmo dell’incontro tutto
    è diventato più facile. Si tratta di un risultato importante, perché
    era da tempo che non riuscivamo a battere il Rapperswil e questa vol­ta
    siamo riusciti a non farli entra­re in partita nel momento più
    im­portante. Si trattadi fareun lavo­ro su due fronti importanti, uno
    dal punto di vista psicologico, l’al­tro per l’organizzazione di gioco
    e su entrambi i fronti credo che i giocatori abbiano fatto parecchi
    progressi».

    Alain Demuth è so­prattutto soddisfatto per aver chiuso la partita
    con un certo an­ticipo: «Sicuramente fa sempre piacere vincere in
    questo modo senza dover attendere la sirena finale per incassare la
    posta pie­na. Dopo un primo tempo di stu­dio con le due squadre che non
    volevano commettere errori, a partire dal secondo tempo siamo riusciti
    a cambiare ritmo e ad es­sere efficaci sfruttando le oppor­tunità per
    segnare». Un altro gio­catore ad aver disputato una buo­na partita è
    Gregory Christen che individua nel cambio di allena­tore il salto
    qualitativo della squa­dra: «Cada ha cambiato molto so­prattutto nella
    tipologia di alle­namento e questo è ciò di cui ave­vamo forse bisogno
    per miglio­rare. Per quanto mi riguarda, gra­zie al nuovo allenatore
    che mi dà più fiducia e più ghiaccio ho ri­trovato le migliori
    sensazioni e per me giocare è ora anche più facile».
    Sulla stessa linea Claudio Micheli che sottolinea come «l'ar­rivo di
    Cada ha cambiato parec­chie cose. Ora giochiamo molto più organizzati e
    anche gli alle­namenti sono decisamente diver­si. Era insomma quello di
    cui pro­babilmente avevamo bisogno per ritrovare piena fiducia ed è
    quel­lo che ora abbiamo in squadra».
    M.Lo.Corriere del Ticino

      La data/ora di oggi è Gio 21 Set 2017, 10:33