Settore Giovanile di Ambri Piotta e Svago/Nails Word

Buongiorno Visitatore se ancora non sei Registrato che aspetti fallo ora e Tifiamo FORZA AMBRI

Ricordati di Presentarti e fatti conoscere aiuta a far crescere questo luogo di Tifosi e Simpatizzanti



Vi aspettiamo Numerosi Gli Admin Mirna e Ale
Settore Giovanile di Ambri Piotta e Svago/Nails Word

Spazio Personale di mio figlio Ale e dedicato agli amanti di Hockey e allo Svago


    Il diesel bianconero perde per strada un altro punto

    Condividere
    avatar
    Mirna
    Webmaster
    Webmaster

    Femminile
    Numero di messaggi : 311
    Età : 49
    Località : Piotta
    Occupazione/Hobby : Casalinga - Mamma a Tempo Pieno
    Data d'iscrizione : 19.01.09

    Il diesel bianconero perde per strada un altro punto

    Messaggio Da Mirna il Sab 24 Gen 2009, 13:44

    Buon debutto di Fransson, mentre Pohl finirà la stagione a Göteborg

    di PIERGIORGIO GIAMBONINI

    BIENNE - Ben venga, al quarto tentativo e per quanto non “piena”, la
    prima vittoria della gestione Virta-Bertaggia, e con essa pure la prima
    partita chiusa segnando più d’un gol. Ben vengano, ma non illudano:
    perché l’attuale Lugano non può assolutamente illudere, né illudersi.
    Gli ci vorrà insomma ben altro già stasera alla Resega per farsela
    fuori con il Kloten capolista, e più in generale gli ci vorrà ben altro
    per poter alzare la mira in prospettiva playoff. Gli ci vorrà, certo,
    una difesa con maggiore costanza, personalità e fisicità, ma
    soprattutto un assetto offensivo che produca parecchio di più di quel
    clamoroso poco che sta producendo di questi tempi.
    Quello che scende in pista attualmente in... maglia HCL è in effetti
    un motore diesel di limitata potenza, insufficiente sia per
    capitalizzare come occorrebbe le (tutto sommato sufficienti) occasioni
    create, sia per riuscire a cambiare ritmo a partita in corso. Ecco, al
    Lugano attuale manca totalmente l’esplosività. E il prezzo da pagare
    sono i punti persi per strada uno dopo l’altro, l’ennesimo appunto ieri
    sera a Bienne, in una partita che i bianconeri avrebbero potuto e
    dovuto chiudere con largo anticipo. E che invece hanno finito per
    vincere solo ai rigori dopo essersi fatti raggiungere al 56’23” quando
    Ehrensperger ha avuto la furbizia di utilizzare come “sponda” un
    Aebischer fuori posizione. Seconda indecisione, peraltro, del portiere
    luganese, dopo quella che a metà primo tempo era costata il gol
    d’apertura di Fata (pure quello in superiorità numerica) sul primo tiro
    in porta da parte del Bienne...Al di là delle reti segnate dal solito
    Murray al 25’ (e fanno venti!) e da Chiesa in power-play al 43’, il
    Lugano – orfano ieri anche di Lemm, e dal 45’ ridotto a tre sole linee
    – prima di incassare il 2-2 ha avuto come detto occasioni a
    sufficienza, per quanto non frequentissime, per mettersi al sicuro, e
    le ha avute soprattutto con Thoresen e Robitaille. Ma il norve­gese sta
    attraversando un periodo di scarsa lucidità, mentre il canadese
    persiste nel suo hockey “slow motion” e rimane fermo (incredibile, ma
    vero) a quell’unico gol segnato in stagione, datato 24 ottobre. I due,
    ad ogni buon conto, i loro unici veri guizzi della serata se li sono
    però tenuti in caldo per quelli che sono poi risultati i decisivi
    rigori, e allora per stavolta può anche andar benino così. Fermo
    restando che questo punto perso, e fors’anche re­galato, costa al
    Lugano il ricongiungimento del Ginevra al quinto ed ora appunto
    pericolante posto in clas­sifica.
    Bene, per contro, l’esordiente Johan Fransson: il ragazzo svedese ci
    sa fare, difende e “spinge”, pattina e contrasta, appoggia e tira.
    Insomma: è e sarà utile. Tanto più che nella migliore delle ipotesi
    Domenichelli lo si rivedrà in pista solo con l’inizio dei playoff, e
    che Pohl è stato (giu­stamente) cacciato e – dopo un viaggio - lampo
    negli USA – finirà la stagione in Svezia con i Frölunda Indians di
    Göteborg. Utile oggi, insomma, Fransson, ed utile anche quando
    rientrerà Nummelin: che potrebbe, tra l’altro, averne per un periodo
    più lungo della settimana sperata.

    Giornale del Popolo

      La data/ora di oggi è Lun 20 Nov 2017, 07:57