Settore Giovanile di Ambri Piotta e Svago/Nails Word

Buongiorno Visitatore se ancora non sei Registrato che aspetti fallo ora e Tifiamo FORZA AMBRI

Ricordati di Presentarti e fatti conoscere aiuta a far crescere questo luogo di Tifosi e Simpatizzanti



Vi aspettiamo Numerosi Gli Admin Mirna e Ale
Settore Giovanile di Ambri Piotta e Svago/Nails Word

Spazio Personale di mio figlio Ale e dedicato agli amanti di Hockey e allo Svago


    Omicidio Tamagni: espulso Ivica Grgic

    Condividere
    avatar
    Mirna
    Webmaster
    Webmaster

    Femminile
    Numero di messaggi : 311
    Età : 49
    Località : Piotta
    Occupazione/Hobby : Casalinga - Mamma a Tempo Pieno
    Data d'iscrizione : 19.01.09

    Omicidio Tamagni: espulso Ivica Grgic

    Messaggio Da Mirna il Ven 08 Apr 2011, 06:56

    Ivica Grgic dovrà lasciare la Svizzera. La revoca del suo permesso di domicilio per motivi di ordine pubblico è stata confermata anche dal Tribunale federale, in linea con le decisioni del Consiglio di Stato e del Tribunale amministrativo.

    La notizia è stata anticipata dalla Regione.

    La terribile rissa cui il 25enne di origini balcaniche prese parte la notte di carnevale del 2008 a Locarno con altri 3 complici (due connazionali e un ticinese minorenne) fu l'ultimo e il più grave di una serie di reati da lui commessi. Il giovane Damiano Tamagni pagò con la vita per la rabbia e la violenza che quella notte si scatenarono gratuitamente in città vecchia.

    Un anno dopo, nel gennaio del 2009, il giudice Mauro Ermani pronunciò la sentenza di condanna: 10 anni di carcere a Marko Tomic e Ivica Grgic, riconosciuti colpevoli dell'omicidio di Damiano. Tomic e Grcic, all'epoca dei fatti non ancora ventenni, furono dunque i principali imputati. Il pestaggio procurò a Damiano la lesione di un'arteria vertebrale con conseguente emorragia che causò il decesso. Sull'intenzionalità del gesto stava il punto della questione. In aula ci si soffermò a lungo su questo aspetto e la corte giunse alla convinzione che colpendo con calci alla testa un giovane già caduto a terra, si prende in considerazione il rischio di uccidere. Dopo la Corte di cassazione anche il Tribunale Federale confermò la sentenza.

    Ora la massima istanza ha confermato pure l'espulsione di Grgic che, come detto, all'epoca dei fatti era già pregiudicato. Oggi 25enne, è nato in Ticino ma ha vissuto nei Balcani fino all'età di 6 anni.

    Matteo Bernasconi

      La data/ora di oggi è Ven 24 Nov 2017, 13:14