Settore Giovanile di Ambri Piotta e Svago/Nails Word

Buongiorno Visitatore se ancora non sei Registrato che aspetti fallo ora e Tifiamo FORZA AMBRI

Ricordati di Presentarti e fatti conoscere aiuta a far crescere questo luogo di Tifosi e Simpatizzanti



Vi aspettiamo Numerosi Gli Admin Mirna e Ale
Settore Giovanile di Ambri Piotta e Svago/Nails Word

Spazio Personale di mio figlio Ale e dedicato agli amanti di Hockey e allo Svago


    Demuth, l'indomito lavoratore vallesano al servizio dell'Ambrì

    Condividere
    avatar
    Mirna
    Webmaster
    Webmaster

    Femminile
    Numero di messaggi : 311
    Età : 49
    Località : Piotta
    Occupazione/Hobby : Casalinga - Mamma a Tempo Pieno
    Data d'iscrizione : 19.01.09

    Demuth, l'indomito lavoratore vallesano al servizio dell'Ambrì

    Messaggio Da Mirna il Ven 31 Lug 2009, 08:11



    L'attaccante vuole riscattare la stagione passata e assicura che
    Laporte saprà portare i biancoblu verso questo importante traguardo:
    "Ha il carisma giusto per ottenere il massimo da questa squadra".
    AMBRI' – Dieci anni in maglia biancoblu fanno di Alain Demuth uno dei pilastri della compagine leventinese.
    Il vallesano ha debuttato giovanissimo in LNB a Martigny nella squadra
    della sua città per poi trasferirsi a Losanna la stagione successiva,
    appena diciottenne: “Ho conosciuto Benoît Laporte proprio in
    quell'occasione e posso dire che è un allenatore che saprà dare molto
    alla nostra squadra. Mi trovo molto bene con lui e sono sicuro che
    valorizzerà anche i giovani presenti nel nostro roster”.
    Nel campionato seguente è cominciata l'avventura di Alain Demuth in
    maglia leventinese esordendo nella massima serie: “Sono arrivato molto
    giovane e, dopo tanti anni, Ambrì è diventata la mia seconda casa”,
    confessa l'attaccante.
    Nella sua carriera, c'è stata anche una parentesi a Zugo: “Ho sentito
    l'esigenza di cambiare per poter fare un'altra esperienza anche se non
    è stata molto positiva”. Dopo due stagioni nella Svizzera centrale,
    infatti, Alain è tornato ad Ambrì ritrovando il suo livello di gioco e
    l'affetto dei suoi vecchi tifosi.
    Ora, dopo dieci anni in maglia biancoblu, il vallesano è un giocatore
    fondamentale, che si occupa del lavoro sporco, senza disdegnare qualche
    puntata a rete: “Per me è importante essere d'aiuto ai compagni.
    Ritengo sia fondamentale, in ogni gruppo, che ciascun elemento dia
    tutto se stesso in funzione degli obiettivi della squadra”.
    Dopo una stagione travagliata, la voglia di riscattarsi è tanta:
    “Dobbiamo assolutamente risollevarci dopo quanto è accaduto nello
    scorso campionato. Ripartiamo da zero con un nuovo coach e alcuni
    innesti, soprattutto per quello che riguarda il contingente degli
    stranieri. Vogliamo entrare tra le prime otto in classifica, ma questo
    traguardo sarà raggiungibile solo se ci sarà lo spirito giusto fin
    dall'inizio”.
    La prima partita riserverà ai tifosi il derby con il Lugano: “Sono
    sempre match particolari che danno motivazioni enormi. E' strano
    affrontare i bianconeri all'esordio, ma ci faremo trovare pronti perché
    il nostro pubblico attende queste gare con grande entusiasmo
    regalandoci sempre una spinta enorme grazie al loro sostegno”. E la
    lunga strada verso i playoff passa anche da queste sfide.
    Andrea Pasquot

    http://sport.tio.ch/

      La data/ora di oggi è Ven 24 Nov 2017, 13:14