Settore Giovanile di Ambri Piotta e Svago/Nails Word

Buongiorno Visitatore se ancora non sei Registrato che aspetti fallo ora e Tifiamo FORZA AMBRI

Ricordati di Presentarti e fatti conoscere aiuta a far crescere questo luogo di Tifosi e Simpatizzanti



Vi aspettiamo Numerosi Gli Admin Mirna e Ale
Settore Giovanile di Ambri Piotta e Svago/Nails Word

Spazio Personale di mio figlio Ale e dedicato agli amanti di Hockey e allo Svago


    Nuova compagine al via per l'HCAP!

    Condividere
    avatar
    Mirna
    Webmaster
    Webmaster

    Femminile
    Numero di messaggi : 311
    Età : 49
    Località : Piotta
    Occupazione/Hobby : Casalinga - Mamma a Tempo Pieno
    Data d'iscrizione : 19.01.09

    Nuova compagine al via per l'HCAP!

    Messaggio Da Mirna il Ven 10 Apr 2009, 09:35



    Alla presenza di oltre 170 azionisti, il Consiglio di
    Amministrazione uscente ha fatto un bilancio del periodo 2002-2009, che
    ha visto l’HCAP uscire da una grave difficoltà finanziaria. Il nuovo
    Consiglio, presieduto da Filippo Lombardi, ha già iniziato la sua
    manovra di rilancio, con la ricapitalizzazione per 1.5 Milioni di
    franchi della società.

    Dopo 7 anni di carica, il Consiglio di Amministrazione (CdA)
    capitanato da Gian Paolo Grassi lascia il comando dell'Hockey Club
    Ambrì Piotta. È stata l'occasione per fare il punto di questo periodo
    dirigenziale, che ha visto lo stesso CdA portare a termine diverse
    misure che hanno ristrutturato e trasformato finanziariamente la
    società.
    È stato rimarcato come le persone impegnate si siano dedicate alla
    società con le loro competenze professionali e il gran numero di ore
    lavorative sacrificate per la causa biancoblu. La dirigenza uscente ha
    assunto la conduzione dell'HCAP dopo la campagna "Aiuta l'Ambrì ad
    avere un futuro", che fu punto di partenza per la rigenerazione e il
    risanamento finanziario. Questo ha implicato scelte sportive che
    fossero inserite nella strategia di risanamento, consapevoli che tali
    scelte non avrebbero fatto l'unanimità. Il CdA uscente era infatti
    deciso a raggiungere il traguardo del 75esimo di esistenza con una
    struttura sana e soprattutto viva, benché non brillante nei risultati
    sportivi.


    La Valascia
    Lo stadio della Valascia è stato ripreso
    dall'Associazione, dopo che il debito gravante - grazie all'intervento
    di un gruppo di veri amici del Club - è stato concretamente
    ammortizzato. Nel 2006 la proprietà dello stadio alla costituita
    Valascia Immobiliare SA, appartenente alla società madre HCAP SA.
    Questo ha permesso di gettare le basi per la valutazione del nuovo
    stadio o della ristrutturazione dell'attuale Valascia; il non poter
    iniziare i lavori della nuova Valascia è cruccio per il CdA uscente.


    Riorganizzazione societaria

    Grazie all'apporto di
    società esterne e di consulenti, l'HCAP SA ha proceduto ad una sua
    strutturazione interna in una vera società. L'organigramma ha definito
    le posizioni chiave e ha permesso la professionalizzazione delle
    posizioni e dei processi, uscendo da una gestione verticale da parte
    del CdA.
    Con la volontà di dare efficienza e trasparenza al Club, si sono
    formalizzate le posizioni di: un direttore generale, un direttore
    sportivo, un team di comunicazione interno, un team di marketing
    interno, un team di merchandising, un controlling esterno, una
    struttura di gestione del Settore Giovanile separata (HCAP Giovani
    sagl).


    Riorganizzazione attività e struttura Settore Giovanile
    Dopo
    aver riorganizzato il Settore Giovanile negli ultimi 5 anni con la
    presenza di 4 allenatori professionisti, si è proceduto nel 2008 alla
    creazione di uno "spin-off" dell'HCAP, con la fondazione della HCAP
    Giovani sagl. Questo ha permesso di meglio definire compiti e
    competenze finanziarie tra il gruppo Elite (Prima Squadra e Juniori
    Elite) e il Settore Giovanile. Nei primi anni di riorganizzazione, un
    grande lavoro è stato svolto da volontari e collaboratori, che hanno
    permesso di rilanciare il movimento giovanile e proiettarlo verso la
    forma attuale. In questo progetto Luca Cereda ha assunto un ruolo
    determinante, quale responsabile operativo e tecnico.


    Sport e il futuro
    A fronte dell'immane lavoro di risanamento
    finanziario e riorganizzazione societaria, il CdA uscente sottolinea
    come solo nelle ultime tre stagioni la Squadra non abbia confermato le
    aspettative sportive. Si ricorderanno le serie di playoff, con lo
    scontro diretto con il Lugano, ma anche le grandi emozioni vissute
    ancora in questa fine di stagione.
    Il “progetto Giovani”, tanto criticato da taluni, ha avuto nella realtà
    e nei fatti una vera e propria realizzazione. Nelle ultime tre
    stagioni, l’Hockey Club Ambri Piotta ha schierato in LNA e LNB un
    totale di 12 giovani atleti del proprio vivaio. In NLA hanno giostrato
    Daniele Mattioli, Alessandro Chiesa, Daniele Marghitola, Giacomo
    Casserini, Giacomo Beltrametti, Claudio Celio, Mauro Zanetti, Gregory
    Sciaroni, Claudio Isabella, Thomas Schena; in LNB Joey Isabella e
    Mattia Merzaghi. Questo elemento è di grande valore per la società che
    crede, investe, promette e realizza.
    In maniera seria e serena, il gruppo presieduto da Gian Paolo Grassi
    lascia il timone dopo 7 anni con la tranquillità di aver operato
    importanti passi per la società, che permetteranno ai futuri dirigenti
    di partire con più solide basi. Gian Paolo Grassi e colleghi augurano
    al CdA entrante di poter garantire all'HCAP di raggiungere importanti
    traguardi societari e sportivi, un'impresa certo non facile ma
    determinante per rendere eterno questo sogno che è l'Ambrì-Piotta.


    Il nuovo CdA
    Il 12 febbraio scorso a Quinto è stato
    presentato il primo nucleo della futura dirigenza del Club. Questo
    gruppo, diretto da Filippo Lombardi, si è subito chinato su aspetti
    sportivi, organizzativi e finanziari della società; questo ha permesso
    di poter incontrare i responsabili dei vari ambiti e verificare gli
    spazi di manovra per l'ottimizzazione aziendale, allo scopo di liberare
    risorse da investire nell'ambito sportivo e formativo.
    L'assemblea straordinaria degli azionisti dell'HCAP SA ha proceduto la
    sera del 9 aprile 2009 ad eleggere il futuro Consiglio di
    Amministrazione che sarà formato da: Filippo Lombardi (presidente),
    Fabio Oetterli (vicepresidente), Mauro Foschi, Norman Gobbi, Peter
    Mattli e Raul Reali.


    I prossimi passi

    Gli azionisti hanno poi approvato la
    proposta del CdA uscente di ridurre il capitale azionario da 3.0 Mio a
    1.5 Mio CHF, mediante la riduzione del valore nominale di tutte le
    azioni del 50%. Questa azione permette di stabilire un corretto valore
    a bilancio della società, che getta le basi per la proposta di aumento
    di capitale - approvata anch'essa dagli azionisti - di 1.5 Mio CHF.
    Quest'azione di ricapitalizzazione della società garantirà al Club la
    disponibilità di mezzi finanziari necessaria per affrontare i prossimi
    campionati.
    Questo aumento di capitale sarà una vera e propria operazione di
    marketing societario, in quanto saranno coinvolti i numerosi
    sostenitori biancoblu. In questa prima, fase saranno offerti agli
    azionisti nominali dei pacchetti pluriennali con controprestazioni. A
    tal proposito, un gruppo di amici vicini alla società parteciperà ad
    una serata di presentazione. In una seconda fase comprendendo le
    difficoltà economiche del momento, si procederà con la promozione
    dell'azionariato pubblico in modo da riaffermare la popolarità
    dell’HCAP e la sua ampia presenza sull’intero territorio svizzero.


    Il nuovo CdA in dettaglio

    Filippo Lombardi, presidente
    Nato nel 1956, di origini
    leventinesi è cresciuto nel Locarnese. Giornalista RP e imprenditore
    dei media, ha avuto diverse esperienze sviluppatesi recentemente nella
    creazione del gruppo TImedia Holding SA, di cui è Amministratore
    Delegato. Dal 1999 siede nel Consiglio degli Stati, in rappresentanza
    del Cantone Ticino.
    Fabio Oetterli, vicepresidente
    Nato nel 1955, di origini lucernesi e leventinesi, di professione è
    avvocato. Da 13 anni lavora presso il Gruppo Julius Baer in qualità di
    Head Group Tax, nella sede centrale di Zurigo. A maggio 2009 terminerà
    il suo mandato nel comitato centrale di Swiss Ice Hockey, dove
    ricopriva il ruolo di capo-finanze.
    Mauro Foschi, membro
    Nato nel 1960, abita a Bellinzona e ha giocato nella Prima Squadra
    dell’HCAP a cavallo tra la fine degli anni Settanta e la promozione
    della Squadra in LNA ad inizio anni Ottanta. Professionalmente attivo
    come fisioterapista e preparatore atletico presso il proprio studio di
    Biasca, è entrato nel CdA dell’HCAP in ottobre 2007.
    Norman Gobbi, membro
    Nato nel 1977, ha giocato nelle giovanile dell’HCAP. Attivo
    politicamente a livello cantonale (Gran Consiglio)e comunale a Quinto
    (Municipio), è laureato in scienze della comunicazione e conduce
    un’agenzia di comunicazione e marketing con sede a Piotta. È entrato
    nel CdA dell’HCAP in ottobre 2007.
    Peter Mattli, membro
    Nato nel 1944, è originario e vive a Wassen UR. Imprenditore attivo nel
    settore dei trasporti e dell'automobile, nel periodo dal 1987 al 2004
    ha seduto nel Consiglio di Stato del Canton Uri. È vicepresidente del
    Consiglio di Amministrazione della società cooperativa Swisslos, nonché
    membro di diversi CdA di società svizzere.
    Raul Reali, membro
    Nato nel 1970, abita a Osogna. Ingegnere civile conduce uno studio
    d'ingegneria ad Ambrì e collabora nell'attività dell'impresa di
    famiglia. Opera quale collaboratore esterno presso la SUPSI di Trevano.

      La data/ora di oggi è Ven 24 Nov 2017, 13:14