Settore Giovanile di Ambri Piotta e Svago/Nails Word

Buongiorno Visitatore se ancora non sei Registrato che aspetti fallo ora e Tifiamo FORZA AMBRI

Ricordati di Presentarti e fatti conoscere aiuta a far crescere questo luogo di Tifosi e Simpatizzanti



Vi aspettiamo Numerosi Gli Admin Mirna e Ale
Settore Giovanile di Ambri Piotta e Svago/Nails Word

Spazio Personale di mio figlio Ale e dedicato agli amanti di Hockey e allo Svago


    AMBRÌ PIOTTA 1 RAPPERSWIL 3 (1-0, 0-3, 0-0)

    Condividere
    avatar
    Mirna
    Webmaster
    Webmaster

    Femminile
    Numero di messaggi : 311
    Età : 49
    Località : Piotta
    Occupazione/Hobby : Casalinga - Mamma a Tempo Pieno
    Data d'iscrizione : 19.01.09

    AMBRÌ PIOTTA 1 RAPPERSWIL 3 (1-0, 0-3, 0-0)

    Messaggio Da Mirna il Mer 11 Mar 2009, 09:05



    Reti:
    0’09’’ Westrum (Duca) 1-0, 29’56’’ Riz­zello (Lindström) 1-1, 30’57’’
    Roest (Sirén) 1-2, 39’35’’ Voegele (Bütler-Berglund) 1-3.
    Spettatori: 2.439.
    Arbitri: Mandioni; Kehrli, Stäheli.
    Penalità: 4x2’ c. entrambe le squadre.
    Ambrì Piotta: Krizan; Naumenko, Stephan; Duca,
    Westrum, Sciaroni; Bundi, Kutlak; Mu­rovic, Stirnimann, Demuth; Celio,
    Horak; Schö­nenberger, Walker, Micheli; Marghitola; Chri­sten, Zanetti,
    Bianchi.
    Rapperswil: Streit; Guyaz, Fischer II; Nordgren,
    Roest, Sirén; Geyer, Parati; Raffainer, Burkhal­ter, Reuille;
    Lindström, Berger; Voegele, Bütler, Berglund; Lindemann, Tschuor,
    Rizzello.
    Note: Ambrì s. Bäumle, Mattioli (inf.), Gaut­schi
    (amm.) e Wahlberg (sovrann.), Rapper­swil s. Voisard, Svensson (amm.) e
    Mitchell (sovrann.). Palo: 37’46’’ Murovic. «Time-out»: 48’35’’
    Rapperswil. Premiati:Roest e Westrum.
    AMBRÌ - Era cominciata bene, anzi benissimo, gara-6 alla Vala­scia
    per l’ Ambrì Piotta, trovatosi in vantaggio dopo appena nove secondi.
    Ma è finita male, anzi malissimo, con i giocatori del Rapperswil sul
    ghiaccio a festeg­giare la vittoria e la raggiunta sal­vezza e i
    biancoblù negli spoglia­toi a riflettere sul prosieguo di una stagione
    che si fa ora maledetta­mente complicata. Come già ac­caduto lo scorso
    anno, l’ Ambrì sa­rà costretto a disputare la secon­da serie dei
    playout: ma stavolta l’avversario non sarà un Basilea,
    squadra-materasso che dodici mesi fa finì dritta-dritta nella
    ca­detteria, bensì Bienne o Langnau, che domani daranno vita al loro
    settimo atto. A prescindere dal nome dell’antagonista, non sarà una
    serie facile: ieri la compagine di «Roccia» Cada ha infatti con­fermato
    tutti i suoi limiti, sia a li­vello difensivo (con altri tre erro­ri
    pagati a caro prezzo, e sì che il coach si era raccomandato con i
    terzini dopo quanto accaduto in gara-5 a Rapperswil...) che in
    at­tacco, con il solito misero gollet­to insufficiente per sperare di
    im­porsi. In sostanza, l’ Ambrì non se­gna ma in compenso... compie
    regolarmente due-tre errori in di­fesa. Cada probabilmente non sa più a
    che santo votarsi: persino il suo «protettore» Karol Krizan ha commesso
    un grave errore in oc­casione del provvisorio pareggio di Rizzello, con
    un disco innocuo che l’ha superato dopo una stra­na e beffarda
    carambola su Ku­tlak. L’ Ambrì, a testimonianza di una fragilità già
    emersa nel quin­to atto, ha accusato il colpo e un minuto dopo ha
    incassato la se­conda, decisiva rete di Roest, le­sto a mettere dentro
    da pochi pas­si dopo una discesa di Sirén, a cui è stata concessa
    troppa libertà da parte di Celio, comunque tra i po­chi a salvarsi. Poi
    Voegele, appro­fittando della «dormita» di Nau­menko, ha messo dentro
    il disco dell’1-3. A disposizione dei bian­coblù vi era ancora tutto il
    terzo conclusivo, ma questo Ambrì se­gna davvero con il contagocce e in
    superiorità numerica fatica ad­dirittura a imbastire il «power­play ».
    Con queste premesse, l’odissea dei biancoblù non può che continuare.
    Paride Pelli

      La data/ora di oggi è Lun 25 Set 2017, 06:20